idea-regalo-solidale-passata-di-cuore-di-bue-piccola

PASSATA DI POMODORO CUORE DI BUE piccola

La passata di pomodori cuore di bue  è lavorata in maniera artigianale e prevede l’uso di materie prime genuine.
Vaso in vetro da 310 grammi.

Produttore: Associazione AMMP Caselle Giorgio Valsania di Caselle Torinese (TO)

Prodotto disponibile subito
Tempi di consegna: 2 gg

3,19
IVA inclusa Disponibile

Descrizione prodotto

Negli Orti Sostenibili di Caselle T.se e di Torrazza Piemonte i volontari dell’associazione coltivano ortaggi e frutta freschi utilizzando insetticidi riconosciuti nelle coltivazioni biologiche.

PASSATA DI POMODORO CUORE DI BUE 310 grammi

La passata di pomodoro cuore di bue è artigianale.
Per ogni prodotto Valgiò garantisce l’utilizzo di materie prime testate e di qualità.
I pomodori cuore di bue usati per la passata provengono direttamente da orti coltivati dai giovani e dai volontari dell’associazione.

Fra i prodotti Valgiò si trovano anche primizie tipiche del Sud, in particolare della Puglia, che grazie alle sue favorevoli condizioni climatiche riesce sempre a donare dei prodotti di prima qualità.

Tutti gli ortaggi sono soggetti ad essiccazione naturale al sole.
Questa tradizionale pratica, insieme alla successiva salatura, aiuta a mantenere non solo il sapore unico ma anche tutte le proprietà nutritive del prodotto.

Ingredienti
Pomodori, sale, basilico.

Modalità di conservazione
Conservare al riparo da fonti di calore.

Luogo di produzione
Prodotto da Cascina Fiume di Tachis Enrico via Grangia 4 – 10022 Carmagnola (To) per Valgiò Strada Commenda 10/A – 10072 Caselle Torinese (To).

Suggerimento: da abbinare alla pasta di grano duro Valgiò!

valgio1

Il produttore solidale:

La passata di pomodoro Cuore di Bue è distribuita da: L’associazione AMMP Caselle Giorgio Valsania, che nasce nel ricordo del giovane Giorgio Valsania – da qui l’acronimo VALGIò – con lo scopo di promuovere innovazione responsabile e condivisione nel campo delle produzioni agricole di qualità, associando all’aspetto produttivo dell’azienda agricola quello della riabilitazione sociale, attraverso l’inserimento lavorativo di persone appartenenti alle fasce più deboli.

Per saperne di più visita: www.valgio.it